il coser di Camilla

la piattaforma web fatta in casa

Ha un nome un po' strano, non è l'acronimo di nulla, e vorrebbe essere tutto, o meglio, altro. Lo stiamo progettando collettivamente, e sviluppando in casa, al meglio delle nostre possibilità, per mettere a disposizione servizi dedicati a soci* di Camilla e supportarne la propensione comunitaria, solidale e inclusiva.

di seguito alcune pietre miliari

Non si sa bene quando sia nato, ma viene camillicamente battezzato da Roberta il 16 dicembre 2017, negli spazi delle associazioni al Circolo La Fattoria. A novembre nasce l'idea, ci si lavora un po', poi alla presentazione dei lavori del cantiere Produzioni sull'assortimento dei prodotti l'indefinibile (è un browser? un server? cos'é?) trova la sua chiara e indiscussa definizione: è il coser... da quel giorno, fa parte della comunità di Camilla, e crescerà con lei.
Dopo settimane di lavoro a perferzionare un questionario che sarebbe dovuto passare per gli strumenti "gratuiti" di gugol, e con l'integrazione di funzionalità necessarie di registrazione, attivazione e autenticazione, il coser di Camilla nella sua prima versione ufficiale (2018.1) viene lanciato nell'iperspazio; si ferma sulla Luna (siamo ancora nello spazio), e tra bevute e mangiate a casa di volontari* del cantiere Produzioni, viene anche testato: il risultato è incoraggiante, i grafici sono belli e il coser di Camilla è pronto per il passaggio successivo; riparte, direzione Marte, il pianeta rosso.
Il sabato viene presentato all'assemblea; due giorni dopo, la Comunicazione (Giovanni) chiede a tutt* via email i primi 10 minuti per Camilla, per compilare il questionario elaborato dal cantiere Produzioni; il coser di Camilla è pronto per diventare nel tempo la piattaforma che verrà utilizzata per i servizi dedicati a socie e soci.

per approfondire

Ma cos'è il coser? Un'idea? Lewis Coser? Una speranza?

Fondamentalmente sono bit, un po' ribelli, che tentano di restar fuori dalle logiche dominanti che vogliono ormai l'informatica e la tecnologia al servizio principalmente del profitto di pochi e del controllo di tutti. Sono bit a disposizione della comunità reale, fisica, di Camilla, che non hanno lo scopo di alienarti o omologarti o comprarti o ingannarti, nella miglior ipotesi per venderti qualcosa di futilmente necessario e terribilmente consumistico, nella peggiore per indirizzare la società verso razzismo, sessismo, paura del diverso e brutte storie simili. Sono bit che faranno di tutto affinchè le loro abitudini quotidiane non danneggino esseri umani, risorse naturali e animali. Sono bit che non ti vogliono sempre connesso, che non ti geolocalizzano in ogni istante (che nemmeno i nazi-fascisti criminali di quasi un secolo fa riuscivano a controllare e condizionare le persone quanto riescono a fare oggi i neo di cui sopra attraverso il dominio tecnologico del mondo), che non registrano la tua voce o le tue impronte digitali, che non ti propongono inutile e truffaldina pubblicità e vogliono vivere senza piegarsi alla pubblicità e al marketing, che non sono e non ti vogliono feticista di merce e capitale. Sono bit al servizio di persone, che non sopportano la realtà che vuole persone al servizio di altri bit. Sono bit, per cui 1 è 1, 0 è 0, ma 1000 è 8, e se lo ruoti è ∞, come infinite sono le possibilità di ribellarsi e resistere. Sono bit che hanno incontrato Camilla, e se ne sono innamorati, perché Camilla ha una gran bella carta.

E allora Camilla, il suo progetto militante, le persone della sua comunità e il suo coser vogliono determinare un cambiamento, cantiere dopo cantiere, incontro dopo incontro, riga dopo riga, numero dopo numero, bit dopo bit, per raggiungere pianeti non ancora conosciuti, e andare oltre, nell'iperspazio n-dimensionale. Per questo il coser di Camilla ha una ricetta tecnologica infallibile: getta nel rusco l'omologazione e l'alienazione, frulla il pensiero critico, aggiungi una buona dose di volontà e resistenza, un pizzico di pazzia (del 2° tipo), un pienone di tolleranza, buoni principi quanto basta per essere universale, e intenti ribelli a piacere: mescola il tutto e metti in forno per il tempo necessario a fare le cose bene (non fare, ma fare bene, altrimenti non fare)... il coser di Camilla è servito.
il coser di Camilla pone particolare attenzione agli aspetti che hanno trasformato Internet e il web da spazi potenzialmente liberi per modelli di orizzontalità e democrazia a strumenti invasivi di controllo e sfruttamento. Forse c'era da aspettarselo (Internet è pur sempre l'evoluzione di Arpanet, finanziata a partire dagli anni '60 dalla DARPA statunitense per scopi militari), ma i livelli di potere (quasi) assoluto raggiunto negli ultimi anni da GAFA (Google, Apple, Facebook e Amazon) e altri noti e pervasivi colossi digitali (e ormai non solo digitali) erano difficili da immaginare. Allora, per quel che può, il coser di Camilla cercherà di rimanere e farti rimanere fuori da quella rete. Per fare un piccolissimo esempio, il coser di Camilla cercherà di non essere veicolo di cookie di terze parti (sempre quelle terze parti, inserzionisti pubblicitari e altre "simpatiche canaglie") che utilizzano questi tipi di cookie per preoccupante e ingerente tracciabilità. Poi, in verità, il coser di Camilla vive pur sempre nel web, che è ormai fuori da ogni controllo democratico, i suoi bit transitano in Internet, la rete delle reti sempre più privata, sempre meno pubblica, sempre meno neutrale, e sempre controllata, presidiata e assediata da multinazionali ormai incontrollabili. Quindi usalo, ma quando puoi ritrovati con altr* e vivi socialità disconnesse.
Ispirandosi ai lavori di Steve Cutts, il coser ha rivisto in chiave ottimistica l'illustrazione dell'artista intitolata disconnected (la prima della seguente gif animata).

immagine non caricata

Hasta Camilla siempre.

un po' di numeri su utenti e accessi


N° TOTALE UTENTI REGISTRAT*: 667

il grafico riporta l'andamento delle registrazioni negli ultimi due mesi


N° TOTALE ACCESSI EFFETTUATI: 14248

il grafico riporta l'andamento degli accessi effettuati negli ultimi due mesi


UTENTI CON ALMENO UN ACCESSO NELL'ULTIMA SETTIMANA

il grafico riporta l'andamento del n° di utenti che hanno effettuato almeno un accesso